Titolo: Colpa delle stelle Titolo originale: The fault in our stars Autore: John Green Casa editrice: Rizzoli Anno di pubblicazione: 2...

No John, è tutta colpa tua

0 Comments
Titolo: Colpa delle stelle
Titolo originale: The fault in our stars
Autore: John Green
Casa editrice: Rizzoli
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo: 16,00 euro

Trama:

Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

Recensione:
 Cominciamo da qui:


Questa è stata più o meno la mia reazione una volta finito il libro. 
Non è possibile fare una recensione di questo libro, non è una storia su cui  si può dire questa cosa va bene, quest'altra no. Questa è una storia che sarebbe potuta capitare a chiunque (malato di cancro o vicino a qualcuno che lo è), non ha nulla che non vada, di artificiale, niente. E' perfetta. 
Questa è forse la recensione più corta che io abbia mai fatto, ma non c'è niente che io possa aggiungere su quanto splendida sia questa storia senza sentire false le mie parole.
Un modo per far capire quanto questa storia sia bella forse c'é: farvi leggere estratti del libro. Non trovo altro modo, non c'è.


Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti


sapere cosa accade a tutti gli altri


Bella guerra. Contro che cosa sono in guerra? Col mio cancro. E che cos'è il mio cancro? E che cos'è il mio cancro? Il mio cancro sono io. I miei tumori sono fatti di me. Sono fatti di me tanto quanto il mio cervello e il mio cuore. E' una guerra civile [...] con un vincitore predeterminato.

Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata.

<>
Augustus ha fatto un mezzo sorriso.
<



Solo una cosa posso aggiungere e che non mi è stata spoilerata da tumblr nei mesi che precedevano l'uscita del film, quello che c'è in questa storia oltre la storia d'amore di Hazel e Gus, ossia questa domanda non esplicita per tutta la narrazione, cosa ne sarà delle persone a me care una volta che io non ci sarò più? La mia mancanza le distruggerà? E poi rileggendo il libro ho capito: nemmeno tremila gif di tumblr e spoiler tumblriani hanno voluto toccare questo argomento del libro perché sarebbe stato come restaurare la Monna Lisa (spoiler alert: non è mai successo, hanno tutti paura di rovinarla), è meglio lasciare che quelle parole, quel significato ci venga spiegato direttamente dalle pagine del libro senza correre il rischio di rovinarne almeno una piccola parte. Allerta spoiler: Non ve li spiegherò nemmeno io, andate a leggere il libro, ora.



You may also like

Nessun commento:

Sono sempre contenta di vedere messaggi, mandami un gufo.

Grazie per essere passati di qui...

Powered by Blogger.

Cerca nel blog

Social