Passa ai contenuti principali

25 bookish things

Salve gente, oggi faccio il mio primo post che non è una recensione e ne sono contentissima. L'idea mi è venuta dal blog di Lost in Bookland che vi consiglio caldamente di andare a vedere perché è stupendo.
L'idea è di proporre 25 cose su di noi e sui libri o la lettura, come idea è molto carina, sia per vedere se qualcuno ha qualche abitudine strana di lettura, sia per vedere se ci sono abitudini da lettori "tipiche". Possono essere qualsiasi cosa, quindi se volete rispondermi  qui nei commenti o proporlo anche voi sul vostro blog, non siate timidi, sbizzarritevi!

1. Mi piace leggere nei posti pieni di luce...
2. ...o al buio, ma con una grossa torcia in mano

3. Mi hanno dovuto sempre nascondere i libri perché "la realtà attorno non era altrettanto interessante"

4. Per un po' di tempo la mia pila di libri da leggere è stata alta quasi quanto me, ora è piccina piccina



5.Se sono indecisa tra due libri che vorrei comprare, li apro e annuso la carta, il libro con l'odore migliore torna a casa con me




6. Non ho un genere letterario preferito...
7. ...semmai generi che non vorrei leggere

8. La sensazione più strana in vita mia è stata quella che ho provato leggendo un romanzo rosa e mi sono accorta che per quel genere a volte sono scritte meglio le fanfiction.


9. Ho la mia poltrona preferita per le letture

10. Uno dei miei sogni è entrare in una libreria e uscire portandomi dietro un "facchino" per trasportare tutti i libri che ho comprato.

11. Penso che aggiungerò il punto 10 alle cose da fare prima di morire

12. Chi non restituisce i libri meriterebbe un girone dantesco tutto per sè.

13. Quando memorizzo la piantina di una nuova città, le librerie sono i miei punti di riferimento.

14. Non capisco chi dice di non amare i libri.

15. Ho finito per amare libri che prima snobbavo.

16. Ho solo un ripiano sul mio scaffale occupato dai libri che più amo

17. ...tutti gli altri sono nella mia vecchia scatola dei giochi sotto al letto

18. Quando si tratta di fare shopping il primo posto dove vado è la libreria

19. Continuo a non capire le persone che non leggono perché 
"tanto aspetto che esca il film"

20: Zia Jo è zia Jo.

21. Non ho mai letto alcun libro di John Green, anche se l'ho conosciuto con "Fattore Katrine" che volevo comprare già da anni, ma non guarderò Colpa delle stelle finché non avrò letto il libro.

22. Non mi ricordo il titolo del primo libro che ho letto, però so che era la bella storia di un coniglietto.

23. Ho una lista di libri che ho letto, l'ho cominciata a 15 anni e quest'anno ho superato i 100

24. Non faccio differenza tra ebook e cartaceo, si fanno amare entrambi.

25. Sono arrivata al punto 25 e non so più cosa dire.

Commenti

  1. Io non ce la faccio proprio a leggere al buio, nemmeno con una torcia :D la mia vista non me lo permette ç_ç

    LEGGI John Green!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina, l'ho fatto da poco e sono ancora... non so come definirlo, so solo che già da prima della fine del libro ero in uno stato di.. troppe emozioni, troppo troppo T_T
      Ne è valsa la pena, ma... ma... non ho mai pianto così per un libro.

      Elimina
  2. Ciao ♥ Ma che idea fantastica che hai avuto *--* Ovviamente ti ho trovato... ed ora ti seguo :P Ho anche io un blog letterario :P
    Il punto 8 è decisamente carino...e purtroppo vero XD
    Il 21 credo sia teorema catherine ^^ Di john green ho letto Colpa delle stelle e Will ti presento Will (finito ieri ^^)
    Ah, se ti va di partecipare da me c'è in corso un Linky Party per conoscere altri blog e farsi conoscere ^^
    http://neversaybook.blogspot.it/2014/10/linky-party-love-reading.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea non è venuta a me, l'ho letta su un'altro blog, Lost in Bookland, ho anche inserito il link. Il punto 21, ho controllato anch'io, è "Fattore Katrine", Grazie per la correzione ^-^
      Ci vediamo sul tuo blog, non vedo l'ora di passare dal tuo blog

      Elimina

Posta un commento

Sono sempre contenta di vedere messaggi, mandami un gufo.

Post popolari in questo blog

RECENSIONE | L'amazzone di Alessandro Magno

Titolo:L'amazzone di Alessandro Magno

Autore:Bianca Pitzorno

Casa editrice: Arnoldo Mondadori

Anno di pubblicazione: 2004

Prezzo: 8 euro



Trama:
Mírtale è una bambina diversa dalle altre, una trovatella allevata per l'interessamento di Alessandro Magno, il capo supremo della spedizione che marcia alla conquista dell'Asia. C'è un mistero nel suo passato, che solo il re e i suoi amici più stretti conoscono. E l'educazione che le viene impartita, con grande scandalo del filosofo Callístene e di tutte le persone sensate, è identica a quella dei ragazzi-maschi di nobile famiglia. Poi c'è il fatto davvero straordinario che Bucèfalo, che non si lascia toccare da nessuno se non da Alessandro, non solo accetta le carezze di Mírtale, ma persino che la bambina gli monti in groppa. Età di lettura: da 11 anni.

Recensione:
Devo premettere che sono una Fan di Bianca Pitzorno, sono completamente di parte! Ho cominciato a leggere con i suoi romanzi per bambini e mi sono sempre…

BOOKS PUT ME IN A GOOD MOOD | Partenza!

Salve, se state leggendo questo post vuol dire che ci siete, che mi avete seguito fino a questomomento e vi ringrazio. Nonostante tutti i problemi incontrati e i vari partecipanti che si sono ritirati, non fa niente, il progetto è partito. In settimana è arrivato il paco con il libro da spedire e ieri (o era avant'ieri?) l'ho spedito tramite posta raccomandata alla prima partecipante che potrà leggere, appuntare e disegnare sulle pagine qualsiasi cosa le venga in mente al momento.
Finalmente.  *Enorme sospiro di sollievo*

La mia sparizione è dovuta principalmente allo studio e all'esplosione del wi fi. Si, mi è esploso il wi fi. In realtà è andato in cortocircuito durante un temporale, ma dal lampo di luce proveniente dall'apparecchio e dalla successiva morte... riesco  a definire tutto ciò con "esplosione".
L'unico ad essermi rimasto fedele è il mio smartphone, ma internet è lento sul cellulare e non mi piace come vengono editati i post, tutto il materia…

RECENSIONE | L'ultima notte al mondo

Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?

Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…
E non finisce qui: tra le pagine del prequel, Ed ero content…