Passa ai contenuti principali

Non è tutto argento ciò che luccica

Titolo: Silver


Titolo originale: Silber

Autrice: Kerstin Gier

Casa Editrice: Corbaccio

Pubblicazione: 2013

Prezzo: 16,40 euro


Trama

 Porte con maniglie a forma di lucertola che si spalancano su luoghi misteriosi, statue che parlano, una bambinaia impazzita che si aggira con una scure in mano… I sogni di Liv Silver, quindici anni, negli ultimi tempi sono piuttosto agitati. Soprattutto quello in cui si ritrova di notte in un cimitero a spiare quattro ragazzi impegnati in un inquietante rituale esoterico. E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché Grayson e i suoi amici sono reali: frequentano la stessa scuola, da quando Liv si è trasferita a Londra. Anzi, per dirla tutta, Grayson è il figlio del nuovo compagno della mamma di Liv, praticamente un fratellastro. Meno male che sono tutti abbastanza simpatici. Ma la cosa inquietante – persino più inquietante di un cimitero di notte – è che loro sanno delle cose su Liv che lei non ha mai rivelato, cose che accadono solo nei suoi sogni. Come ciò possa avvenire resta un mistero, esattamente il genere di mistero davanti al quale Liv non sa resistere...





Recensione:
Sono entrata nelle pagine di Silver seguendo il successo della precedente Trilogia delle gemme della Gier e devo dire che dopo dieci pagine sono rimasta un po' delusa, non solo, ho cominciato letteralmente la caccia ai personaggi della Trilogia delle gemme: Caroline e Nick hanno fatto la fusione super sayan per diventare Mia, la sorella della protagonista; intravedo un po' di zia Maddy nella loro mamma, ho solo bisogno di una sua visione del futuro durante l'ora del te per averne la conferma; Florence è SICURAMENTE Charlotte, anche se dopo alcune pagine l'autrice se ne deve essere accorta e le deve aver messo la museruola perché la somiglianza era troppo evidente Il circolo privato dei ragazzi che trascineranno Liv in questa storia  è stato definito molto simile a quello dei Raven Boys di Maggie Stiefvater, non avendo ancora messo le mani sul libro posso solo dire che è il circolo giovanile della loggia dei Guardiani, ci sono tutti i principali Guardiani citati nell'altra saga, solo in mentite spoglie!
Ultima, ma non meno importante Liv, la protagonista: non c'è kung fu o occhiali che tengano: è proprio Gwen, solo molto più favorevole a lanciarsi in questa avventura di cui non abbiamo nessun indizio, se non che bisogna rompere dei sigilli per far sì che un certo Signore delle Tenebre torni in libertà.
Resta da capire chi sia Gideon. Per un attimo avevo puntato tutto su Grayson, finché non è spuntato Henry ed allora ci ho visto doppio, lei gli cade letteralmente tra le braccia. La Gier può farmi credere tutto quello che vuole. Henry e Liv, piccioncini inseparabili? Ceeerto, e il rapporto tra Liv e Grayson rimarrà solo fraterno. Meglio che mi fermi qui, ma devo aggiungere necessariamente un paio di cose. Secrecy? Un' indigestione data da una maratona di Gossip Girl. Dei sigilli da rompere? Chiamate i fratelli Winchester, loro sapranno cosa fare.
L'unica cosa che ho apprezzato veramente è l'idea di fondo, questa porta misteriosa che da ai nostri mondi segreti, quelli dei sogni, ma allo stesso tempo così vicina a quelli degli altri. L'accesso a questa porta non deve essere libero, ma solo chi ne ha la chiave può entrare.
Giudizio finale? Una lettura leggera per chi vuole divertirsi leggendo e non ha ancora letto la Trilogia della gemme.

Pro: Per chi vuole una lettura non impegnativa consiglio questo libro che con la sua leggerezza, il suo umorismo e il mistero che ti accompagna fino all'ultima pagina.

Contro: Molti personaggi non sono ben sviluppati, alle volte sono un po' stereotipati, altre sembra di rileggere la Trilogia delle gemme.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE | L'amazzone di Alessandro Magno

Titolo:L'amazzone di Alessandro Magno

Autore:Bianca Pitzorno

Casa editrice: Arnoldo Mondadori

Anno di pubblicazione: 2004

Prezzo: 8 euro



Trama:
Mírtale è una bambina diversa dalle altre, una trovatella allevata per l'interessamento di Alessandro Magno, il capo supremo della spedizione che marcia alla conquista dell'Asia. C'è un mistero nel suo passato, che solo il re e i suoi amici più stretti conoscono. E l'educazione che le viene impartita, con grande scandalo del filosofo Callístene e di tutte le persone sensate, è identica a quella dei ragazzi-maschi di nobile famiglia. Poi c'è il fatto davvero straordinario che Bucèfalo, che non si lascia toccare da nessuno se non da Alessandro, non solo accetta le carezze di Mírtale, ma persino che la bambina gli monti in groppa. Età di lettura: da 11 anni.

Recensione:
Devo premettere che sono una Fan di Bianca Pitzorno, sono completamente di parte! Ho cominciato a leggere con i suoi romanzi per bambini e mi sono sempre…

BOOKS PUT ME IN A GOOD MOOD | Partenza!

Salve, se state leggendo questo post vuol dire che ci siete, che mi avete seguito fino a questomomento e vi ringrazio. Nonostante tutti i problemi incontrati e i vari partecipanti che si sono ritirati, non fa niente, il progetto è partito. In settimana è arrivato il paco con il libro da spedire e ieri (o era avant'ieri?) l'ho spedito tramite posta raccomandata alla prima partecipante che potrà leggere, appuntare e disegnare sulle pagine qualsiasi cosa le venga in mente al momento.
Finalmente.  *Enorme sospiro di sollievo*

La mia sparizione è dovuta principalmente allo studio e all'esplosione del wi fi. Si, mi è esploso il wi fi. In realtà è andato in cortocircuito durante un temporale, ma dal lampo di luce proveniente dall'apparecchio e dalla successiva morte... riesco  a definire tutto ciò con "esplosione".
L'unico ad essermi rimasto fedele è il mio smartphone, ma internet è lento sul cellulare e non mi piace come vengono editati i post, tutto il materia…

RECENSIONE | L'ultima notte al mondo

Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?

Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…
E non finisce qui: tra le pagine del prequel, Ed ero content…