Trama  A bordo di un’auto recuperata in un fiume,  si trova la salma di Giancarlo Visconti, un giovane e rinomato psicologo. La mor...



Trama 
A bordo di un’auto recuperata in un fiume,  si trova la salma di Giancarlo Visconti, un giovane e rinomato psicologo. La morte sembra accidentale ma il maresciallo dei  Carabinier, Giovanni Colucci, ricorda che altri due psicologi dello stesso comune sono morti in giovane età, negli ultimi due anni e  comincia a insospettirsi. Convince i suoi superiori a non derubricare il caso come un semplice incidente stradale e si adopera a dimostrare che si tratta di un omicidio. L’autopsia accerta che Visconti non presenta segni di annegamento e che la causa del decesso è dovuta allo sfondamento della scatola cranica per mezzo di un corpo contundente. Ottenuta la conferma dei suoi sospetti, il maresciallo, con l’aiuto della sua piccola squadra, indaga per trovare l’assassino e per stabilire un collegamento tra le morti dei tre psicologi, elemento che suffragherebbe la teoria di un serial killer. Approfondite e scrupolose indagini volgono a comprovare  questa teoria e, da questo momento, la vita di numerose persone sarà passata al setaccio. All’apparenza, sembrano tutti innocenti anche se, alcuni di loro, presentano dei lati oscuri. In questa trama intricata, riusciranno i nostri valenti militari dell’Arma a individuare l’omicida seriale?

Dal libro
Ormai erano dieci anni che Giovanni abitava e lavorava a Mira.
Nonostante si potesse considerare un paese relativamente tranquillo, nel corso di quel lungo periodo aveva dovuto perseguire una serie considerevole di reati e assistito a morti tragiche avvenute a causa di suicidi, di overdose di sostanze stupefacenti o di incidenti stradali, ma un omicidio non si era ancora verificato se si escludeva quello colposo, avvenuto un paio d’anni prima, in cui un uomo pulendo il suo fucile aveva accidentalmente ferito a morte suo fratello.
La procedura da seguire, in questo caso, sarebbe stata ben più complessa, per non parlare della seccatura di dover relazionare costantemente il caso alla Procura e, magari, dover subire una sua possibile interferenza. Era abituato a gestire la sua caserma quasi in totale autonomia, mantenendo i contatti con le autorità soltanto in casi estemporanei e nelle occasioni di ritrovo ufficiali. Il solo pensiero che la sua attività potesse essere sottoposta a costanti monitoraggi e più che probabili pressioni lo preoccupava e, di certo, non lo disponeva al meglio. Amava il suo lavoro; gli piaceva la sensazione di fare del bene perseguendo la malvivenza, gioiva nel vedere la gratitudine e il rispetto nel volto dei paesani e lo sguardo di sconfitta o di sfida negli occhi di quelli che arrestava. Si sentiva un carabiniere in tutta la sua essenza; non c’era un momento in cui riuscisse a scindere l’uomo che era dalla sua professione, nemmeno quando era un padre per sua figlia o l’amante con una delle sue donne. Eppure, non era mai riuscito ad accettare, di buon grado e sino in fondo, la sua posizione di subalternità, il suo obbligo al comando, l’interferenza imposta alla sua attività.
“Sono un maschio alfa, mi devo rassegnare che non potrò mai essere anche un carabiniere alfa!” si ripeteva spesso mentalmente. E poi sorrideva tra sé e sé, per sfatare quella punta di contrarietà che provava di fronte all’ineluttabilità di quel fatto.
«Voglio che da questo momento in poi, la nostra missione primaria sia quella di trovare il colpevole di questo omicidio. Ogni nostro sforzo dovrà essere indirizzato a smascherare quel figlio di puttana che crede di farci fessi. Voglio sapere tutto, e dico tutto, sulla vita di
Giancarlo Visconti: delle sue amicizie, dei suoi conti in banca, del suo lavoro, di sua moglie, persino di quanti peli aveva nel culo. E voglio che sia fatta una perizia scrupolosa alla sua auto, che sia analizzato ogni centimetro della carrozzeria, del baule e dell’abitacolo. Cosimo e Antonio, cominciate subito a darvi da fare per trovare tutte le informazioni necessarie. Tu Stefano, vieni con me, ritorniamo sul posto dell’incidente e vediamo se riusciamo a trovare qualcosa che ci era sfuggito.»

Biografia dell'autrice
Sono nata a Mira , una ridente cittadina della riviera del Brenta, in provincia di Venezia  ove, tutt’ora, risiedo.
Sono diplomata in ragioneria e lavoro, come impiegata amministrativa, in una ditta di costruzioni immobiliari della mia zona.
Ho una unica, splendida figlia di ventotto anni.
I miei hobby sono: il giardinaggio, la buona cucina, il cinema e, naturalmente, la scrittura, che pratico con frequenza quotidiana.  
Nel mese di febbraio del 2013, mi sono affacciata al mondo dell’editoria con la mia prima pubblicazione che, se pur di scarso successo,  mi ha reso orgogliosa e ha incrementato la mia voglia di scrivere. Il titolo del libro è “Quattro sentieri variopinti” edito dalla Arduino Sacco Editore di  Roma e si tratta di una raccolta di quattro racconti per ragazzi.
Nel mese di Gennaio 2014, ho pubblicato il mio secondo libro “Oltre i Confini del Mondo”  edito dalla 0111 Edizioni,  genere  “mainstream”.
A febbraio dello stesso anno, è uscito il mio terzo libro. Anche questo è una raccolta di racconti per la seconda infanzia dal titolo “Ad ali spiegate” pubblicato dalla “Edizioni Montag”.
A novembre 2014 è uscito il mio giallo “Non tutto è come sembra” edito da 0111 Edizioni.
Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi  mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di questa emozione a coloro che leggeranno le mie storie.


Dove comprare il libro:
Formato cartaceo      0111 Edizioni 
Formato cartaceo ed e-book      IBS
Formato e-book                   Amazon

Serie : The Half Bad Trilogy #2 Prezzo : 15,00 euro Pagine : 416 Genere : fantasy, young adult Editore : Rizzoli Data di pubbl...

Serie: The Half Bad Trilogy #2
Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 416
Genere: fantasy, young adult
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 25 Giugno 2015

Il mondo sta cambiando. I capi degli Incanti Bianchi mirano a sterminare i Neri. Per contrastarli nasce un’Alleanza in cui Neri, Bianchi e Mezzo Sangue combattono fianco a fianco. Nathan viene invitato a farne parte, ma prima deve ritrovare Annalise che è prigioniera, perché liberarla gli sta più a cuore di tutto il resto. Annalise, il grande amore di Nathan, appartiene a una famiglia di Bianchi che lo odia. Nathan è convinto di potersi fidare di lei, ma ha ragione di farlo, oppure dovrebbe ascoltare i dubbi dell’amico Gabriel? Conteso tra Annalise e Gabriel, Nathan lo è anche tra la sua natura bianca e quella nera, tra il desiderio di vedere Marcus, suo padre, e il timore. L’Alleanza sarà il pretesto per ritrovare il suo temibile genitore. Scoprire quell’uomo che nella sua vita è sempre stato assente sarà la grande sfida personale di Nathan.


Signori e signore, Madame e Messieurs, vorrei sentire i vostri urli di gioia.
Il mio è questo:


E' uscito, è uscito, finalmente è uscito!  Oh come sono contenta! Ela copertina è morbida come il precedente. Detto questo, dovrei proprio darmi una mossa e recensire Half Bad, o almeno, provare a pubblicare la recensione di Half Bad prima di comprare e recensire Half Wild.

Se sto scrivendo questo post, vuol dire che qualcosa mi è sfuggito di mano. Accidenti . Sarò molto impegnata quest'estate, lavoro (s...


Se sto scrivendo questo post, vuol dire che qualcosa mi è sfuggito di mano. Accidenti.
Sarò molto impegnata quest'estate, lavoro (si spera di trovarne uno), studio (si spera sempre di fare qualcosa di concreto), persone che non ho visto per tutto l'anno e che quest'estate saranno qui...
EEEEEEEEEEEEEEE! EEEEEMMMMEEEEEEEEEE! Mi mancate da morire. Chiusa parentesi delirante.
Insomma, trascurerò il blog un bel po', probabilmente mi vedrete ad Agosto o addirittura a Settembre, perché nel bene e nel male ci sono gli obbiettivi della seconda tappa della Lotto Reading Challenge e c'è anche una specie di Blogtour/Travelling Book Project che ho trovato su Tumblr e alla quale parteciperò.
La mia presenza sul blog quest'estate è un grande forse.
Okay, detto così è davvero brutto, in realtà alla domanda "Se ci sei batti un colpo" risponderò con molto ritardo.
 Chi ha voglia di mettersi al computer con tutto il caldo che fa? Io no, ne consegue che dedicherò il tempo in più alle due cose citate sopra. Studio e lavoro. E ed M so che speravate foste voi, ma non voglio spaventare i lettori del blog e non voglio ritornare sull'argomento "Mi mancate da morire", perché è vero e doloroso.

Ad ogni modo, hasta la vista!
 
Lo so che vi mancherò, ma non siate tristi, mi sentirete molto presto!

Cos'è? Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog , basta lasciare il proprio link in un commento qui sott...

Cos'è?
Un'iniziativa alla quale può iscriversi chiunque possiede un blog, basta lasciare il proprio link in un commento qui sotto ed aggiungere il banner nelle vostre home-page. Ogni sabato i membri della League dovranno creare un post nel quale inserire la breve intervista a cui risponderà la blogger di turno, in modo tale da avere tutte la stessa visibilità. E' giusto collaborare tra di noi, per far crescere i nostri blog.
Per dare e ricevere maggior visibilità nell'arco dei sette giorni, si deve
inserire nella home un link o il banner del blog della settimana, sarà premura della blogger della settimana controllare che ciò sia fatto.





Oggi è il turno di... *rullo di tamburi*
Create your own banner at mybannermaker.com!



Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni?

Sono una figlia, una sorella, un'amica e una studentessa universitaria, adoro ascoltare tanta musica, andare al cinema e ai concerti, leggere (ovviamente) e fangirlare al telefono per ore, guardare serie TV in compagnia di amiche e cibo.

No dai, scherzi a parte, sono una ragazza normale che ama fare cose normali con amici e famiglia.

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?

Ho deciso di aprire questo blog perchè sentivo il bisogno di condividere la mia passione per i libri con qualcuno che mi capisse e condividesse le mie opinioni. Inoltre ho potuto conoscere tantissime persone simpaticissime e vivere esperienze fantastiche, perciò non potrei essere più contenta della scelta che ho fatto. Nel mio blog troverete tante anteprime e recensioni di romanzi fantasy, contemporary, distopici, sia YA che NA. In più, adoro le rubriche settimanali e non, mi diverto sempre tantissimo :)


Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?

In realtà me lo chiedo anch'io :P Non lo so, forse perchè adoro tenere sempre aggiornati i miei lettori sulle ultime novità (soprattutto nella rubrica della domenica "La Gazzetta di Wonderland"), perciò qui non si perderebbero neanche un'uscita.



                                                  Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
I miei sogni nel cassetto non sono molto complicati: continuare a coltivare le mie passioni (sia quella per la lettura che le altre, come viaggiare), diventare un giorno una brava maestra e avere un giorno una famiglia.


Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?


Vorrei augurare a tutti i blogger di non perdere mai la passione in qualunque cosa facciano, perchè è grazie ad essa che potremo continuare a fare ciò che amiamo e ad essere chi vogliamo essere.

Un bacio a tutti!
Silvy


Aspetta, è già finito maggio? Wait, is May already over?






Aspetta, è già finito maggio?

Wait, is May already over?

  ATTENZIONE: questa non è la mia intervista, questa è l'intervista di Consuelo del blog Palle di neve di Co, cliccate sul bann...


ATTENZIONE: questa non è la mia intervista, questa è l'intervista di Consuelo del blog Palle di neve di Co, cliccate sul banner per vedere il suo blog!


-OLTRE A ESSERE UNA BLOGGER CHI SEI NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI?
Una sorella minore che ha un fratello maggiore super che per aiutarla farebbe anche le magie; una figlia con due genitori fantastici, li ammiro per come mi hanno cresciuta, mi hanno lasciato libera di conoscermi ma c'erano sempre ad aiutarmi; una studentessa fuori sede (matricola!) di Scienze della Comunicazione il che comporta stress stress e ancora molto stress e anche caffe (!); sono un'amica che -ti fai in quattro per aiutare, sei speciale-[cit "le mie amiche"] io non credo di essere speciale ma credo nell'amicizia. Infine sono una lettrice da chiudersi in camera, leggere fino a che o il sonno mi prende o il libro finisce !! Sono anche una scrittrice, di diari, appunto tutta la mia vita, una delle mie paure più grandi è dimenticare. Bhe sono semplicemente una ventunenne un po' timida, ma coraggiosa, pronta a conquistare il mondo o solo Bologna !!!
-COME MAI HAI DECISO DI RITAGLIARTI IL TUO ANGOLO VIRTUALE? 
Erano anni che avevo un diario dove appuntavo i vari commenti ai libri e film che leggevo o guardavo; poi con il trasferimento a Bologna ho trovato il coraggio di aprire il blog, non so per quale strano motivo ma sentivo che era il momento. Era una neofita in tutto e per tutto, non sapevo niente della blogosfera (non che ora sappia molto di più :D) ma questo non mi ha impedito di scrivere e dare vita a Palle di Neve.... 

-PARLACI DEL TUO RIFUGIO, QUALI SONO GLI ARGOMENTI CHE TRATTI?
Allora come ho detto, scrivevo già i commenti ai libri e ai film che rispettivamente leggevo e guardavo quindi non mi c'è voluto molto per capire che sarebbero stati due argomenti centrali del mio blog. Per quanto riguarda la sezione viaggi, ovviamente mentre viaggio ho sempre con me un diario e con un altro lampo di genio da maestro ho detto ma perchè non parlare anche di questo?!!!
Solo dopo qualche mese ho realizzato che forse era troppo per un blog appena nato, ma ormai ero partita, lanciata nel mio progetto di conquista del mondo e per questo non mi sono potuta fermare !!!

-PERCHE' LE PERSONE DOVREBBERO DIVENTARE TUOI LETTORI FISSI?
Cerco di far ridere le persone, che sia per strada con un sorriso, che sia una faccia buffa ad un'amica triste, che sia una frase ironica scritta qui, cerco di far ridere, perchè se ridi il mondo appare di mille colori e ti senti forte come un supereroe.
Alcune volte la mia vena da bacchettona prende il sopravvento nelle recensioni ma il più delle volte certo di trasmettere l'allegria con cui vivo. Non obbligo nessuno a seguirmi amo i lettori che interagiscono con me, sono il sogno proibito di ogni blogger, ma anche chi è totalmente indifferente, mi ci sono voluti 21 anni per capire che non si può piacere sempre a tutti !! [consuelo saggia O.o]
-QUALI SONO I TUOI SOGNI NEL CASSETTO?
Da piccoli ti chiedono sempre che cosa vuoi fare da grande, io rispondevo che volevo vivere con i Leoni, mio fratello guardava sempre super quark e io ovviamente più piccola non capivo sempre tutto quello che dicevano ma mi affascinavano le immagini del mondo e vedevo i leoni come gatti cresciuti super coccolosi. Forse da lì è nata la mia voglia di conoscere e far conoscere il mondo.
Quindi il mio sogno più grande è diventare una reporter di viaggi, scoprire il mondo e raccontarlo in qualche rubrica di qualche rivista !!! {penso che sia la prima volta che lo scrivo così chiaro e semplice, anche se tutto è tranne che semplice !}

-VUOI FARE UN AUGURIO SPECIALE AGLI ALTRI MEMBRI DELLA LEAGUE? 
Ciao League, vi voglio troppo bene, ho trovato un gruppo di fantastiche persone, forse un po' troppo maniache per la lettura come me ma siete tutte delle persone uniche, speciali. Vi auguro di ridere e di diventare quello che volete !!!

Grazie per essere passati di qui...

Powered by Blogger.

Cerca nel blog

Social