I'm a book, pick me Speciale Halloween Interrompo ancora una volta lo Hiatus per  postare uno dei post che avevo ideato prima dell...

I'm a book, pick me
Speciale Halloween

Interrompo ancora una volta lo Hiatus per  postare uno dei post che avevo ideato prima della pausa del blog. Come idea mi piaceva davvero e non volevo aspettare l'anno prossimo per postarlo, molto probabilmente perché potrei non farlo affatto o prendere parte alla skeleton war.




Stephen King - Per quel brivido d'autore
Ammetto di non aver mai letto Stephen King (non linciatemi), ma si tratta di una questione prettamente pratica: il 75% dei libri letti all'anno sono stati letti la notte. Questo vuol dire che se mi dimentico che ci sono gli elettrodomestici accesi mi viene un infarto, figuriamoci se succede mentre leggo King. Oltre che non saprei da dove cominciare.
A parte questo, chiedete ad un amante di Sephen King: sarebbe un'ottima lettura in tema Halloween.

L'amico immaginario - Perché i mostri alle volte sono veri
Nelle note l'autore ammette che si è ispirato a Stephen King. Lol.

L'albero di Halloween - Qualcosa di diverso
Volete sapere come si festeggia o si è festeggiato Halloween altrove? Volete sapere come lo festeggia la morte? Leggete questo libro.
(In alcune parti ha un tono accademico, ma still).

Frankestein & Dracula - Old but Gold
Per quanto i romanzi di una certa età alle volte possano sembrare un po' ...datati, questi due sono stati la pietra miliare del filone horror contemporaneo. Almeno prima di sfociare nelle fatine sbriluccicose.
Ho iniziato a leggere dalla copia di Dracula di una mia amica e devo dire che come storia fa il suo lavoro: adesso devo solo prendere una copia decente, perché voglio davvero scoprire come va a finire.

Menzioni speciali:

Edda & Il canto del Ribelle -  Perché Loki è il Trikster/Puny god
City of Ashes - Perché in questa lista ci sta davvero ben
L'incubo di Hill House di Shirley Jackson - Altro che Paranormal Activity


Buon Halloween

Buongiorno, Viandanti! Questo è uno dei post che avrei dovuto pubblicare prima dello Hiatus, ma è sceso un po' nel dimenticatoio. ...

Buongiorno, Viandanti! Questo è uno dei post che avrei dovuto pubblicare prima dello Hiatus, ma è sceso un po' nel dimenticatoio.



Continuiamo l'iniziativa "Pubblica un tag al mese", uno dei miei propositi per il 2016 e come avevo previsto, non riuscirò ad esaurire i tag in bozze prima del 2017, anche se ho finito per non aggiungerne di nuovi. Si tratta di una magra consolazione, ma continuo ad avere un numero di bozze piuttosto imbarazzante.

Non ne ho pubblicato uno ogni mese, infatti quest'estate sono stata un po' latitante, ma ehi, ce l'ho fatta.



Farina: Un libro un po' lento all'inizio, ma che a lungo andare ti ha presa.

L'isola del Tesoro di Stevenson. Nonostante l'inizio lento, continuavo a farmi un sacco di domande su quello che stava accadendo quindi non lo considererei un difetto.


Margarina: Un libro dalla trama davvero ricca e grandiosa.

Outlander ha elementi di così tanti generi che non può essere classificato come un solo genere... forse solo Martin può competere con la varietà di elementi.


Uova: Un libro che pensavi non ti piacesse, ma che si è rivelato piacevole.

Non è stato davvero piacevole, ma Le campane di Bicetre mi ha fatto riflettere tantissimo. Letto per una reading challege, è la prova che uscire dalla propria comfort zone non è mai uno sbaglio.


Zucchero: Un libro dolce.

Per l'amore basta un click, dolce al punto giusto. Persino una cinica come me è riuscita ad apprezzarlo.


Glassa: Un libro che ricopre ogni singolo elemento che vorresti ogni libro avesse (momenti divertenti, tristi, d'azione).

Non l'avrei mai detto, ma l'Edda in prosa si è rivelata davvero meravigliosa. E quei passaggi in cui ti viene da pensare "Sono sicura che hanno dovuto omettere la parte in cui Loki stava ridendo sotto i baffi".


Decorazioni: Una serie che ti tira su quando sei triste.

Muahahahahahahahaha. Il trono di spade come serie tv, Harry Potter come serie di libri. C'era da chiederlo?


La ciliegina sulla torta: Il tuo libro preferito di quest'anno.

Tra i libri letti quest'anno, sicuramente c'è La prima cosa bella di Bianca Marconero, L'isola del tesoro di Stevenson ed Heir of Fire di Sarah J. Maas.



Ovviamente siete tutti taggati

Non pensavo che una volta cominciato questo post avrei finito per pubblicarlo per davvero, ma ahimé,  così è. Devo davvero impegnarmi ...




Non pensavo che una volta cominciato questo post avrei finito per pubblicarlo per davvero, ma ahimé,  così è.
Devo davvero impegnarmi questo trimestre quindi non ho idea di quanto io riuscirò a pubblicare sul blog. Certo, quasi ogni volta che ho pubblicato un post del genere ho finito per pubblicare di più, ma
chi può dirlo?

Ho riflettuto tantissim, e alla fine sono giunta ad un compromesso, ossia ritornerò nella blogosfera durante questo periodo di pausa solo come lettrice. Ne approfitterò per scrivere recensioni alla velocità di un bradipo, così da tornare alla grande con molte recensioni in più.
Nel frattempo cercherò di ultimare le bozze di post che avevo intenzione di pubblicare prima dello Hiatus, per cui è probabile che un paio usciranno dopo la pubblicazione di questo post.

Ma veniamo a questo Wrap Up: mi piace tantissimo come ho gestito il blog negli ultimi tre mesi, scrivendo più post o semplicemente  più recensioni, anche se la recensione di The Cursed Child sembra una cosa a metà tra uno sfogo e una reazione isterica, ma still.

Ho intenzione di tornare alla vecchia grafica, dato che non sono riuscita a gestire i problemi che  mi ha dato questa.
Mi dispiace tantissimo perché andavo matta per quella nuova, ma un ritorno sui miei passi è oramai sicuro.

Ed ora, il compleanno del blog.
Un blog è una cosa personalissima, in un certo senso descrive la propria crescita come persona, in tanti piccoli dettagli, organizzazione, libri letti, parole....
Ed ecco che giungiamo allo hiatus: per quest'anno avevo deciso di festeggiare il secondo compleanno del blog con la seconda edizione di Books put me in a good mood, in pratica la terza catena letteraria (Veronica, non ti ringrazierò mai abbastanza per esserti unita a me in questa folle impresa), ma la vita reale è arrivata a farmi notare un paio di cose e non posso ignorarle.
La mia assoluta scomparsa fino alla fine dello Hiatus è improbabile, qualche post lo pubblicherò sicuramente, ma parliamo di una stima di circa uno al mese, perché il tag di Natale, il post di Halloween e il Totolibro su Albion li voglio fare davvero davvero tanto.
Ironia della sorte: il compleanno del blog è sempre silenzioso: Inkaddicted è arrivato nella blogosfera senza clamore, prendendo il suo angolino e mettendosi a casa ed ogni anno si comporta così per il suo compleanno.
Poco male, ho tutto il resto dell'anno per fare casino.

Ed ora il wrap up!

Libri Letti

  • Harry Potter and the Cursed Child
  • L'isola del tesoro
  • Heir of Fire
  • La prima cosa bella
  • Il principe spezzato
  • Non lasciarmi andare
  • Albion. Note e scarabocchi
  • Albion. Ombre



Libri recensiti



Rubriche

Totolibro



Teaser Tuesday



Random & Very Bookish Post

Grazie per essere passati di qui...

Powered by Blogger.

Cerca nel blog

Social