Titolo: Albion Autore: Bianca Marconero Casa editrice: Limited Edition Books Anno di pubblicazione: 2013 Prezzo: 14,90 euro Trama ...

Titolo: Albion
Autore: Bianca Marconero
Casa editrice: Limited Edition Books
Anno di pubblicazione: 2013
Prezzo: 14,90 euro



Trama
Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore – morto in circostanze misteriose –, nel giorno del funerale dell’amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all’Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia.
Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell’amicizia e capirà che l’amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio.
Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell’eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all’epilogo, tra le mura di un’antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui.
Il destino di un re il cui nome è leggenda.


Recensione
Quanto tempo è passato da quando ho letto per la prima volta Albion. Le successive contano? Era da un po' che non leggevo libri che mi emozionavano così tanto da volerli rileggere. Ancora. Di nuovo. Un'altra volta.
In genere  aspetto un po' prima di recensire un libro altrimenti le mie opinioni sono troppo negative o troppo positive, con Albion questo non è successo, sono ancora qui piena di entusiasmo.



Si, avete capito, questa saga è il mio nuovo mood. Alcune parti sono scritte in maniera semplice, altre no, ma questa storia rasenta la perfezione in tutta la narrazione. Sarà grazie al protagonista, Marco, in bilico tra essere uno stronzo ed essere una brava persona e questo è una cosa che mi ha colpito tanto durante la lettura.  Ogni volta che leggevo di lui e mi veniva di prendere a  schiaffi qualcuno pensavo a tutte le opportunità di fare la cosa giusta che lui spreca, ma in fondo in fondo, è Marco a farci arrabbiare o il fatto che ci specchiamo in lui e vediamo le stesse occasioni sprecate che ci fanno venire voglia di lanciare scrivanie?




L'altro personaggio chiave del libro, Deacon, invece è una persona come tante che si ritrova all'Albion e che deve in qualche modo sopravvivere.


Fuori di lì avrebbe affrontato quell'arrogante a quattr'occhi e gli avrebbe detto il fatto suo.


E' il personaggio in cui mi sono immedesimata di più, tutti noi ci ritroviamo in una qualche situazione spinosa da cui dobbiamo uscire in qualche modo,che servano abilità da ninja o soltanto un'ottima propensione per la matematica.


Nonostante sia un fantasy l'elemento magico è latente per tutta la durata della narrazione, rare eccezioni a parte, per cui possiamo conoscere i protagonisti e studiarli, immedesimarci in loro a volte. Oltre alla storia sovrannaturale mi è sembrato di leggere i percorsi che i vari personaggi cercano di tracciare per loro e quelli che percorreranno fuori dal sovrannaturale. Non c'è riferimento ad Hogwarts o Camelot che tenga, questa serie ha un fascino tutto suo che ti incuriosisce e ti spinge ad andare avanti 

Si è capito quanto io stia fangirlando? Comunque, fate i bravi, leggete e diffondete Albion. ^-^ 


Nota: Se ti piace il mio blog o semplicemente è piaciuto questo posto, segui il link e aiutami  a scegliere un premio per un giveaway.

http://www.easypolls.net/poll.html?p=54e8d16ee4b0fec8f472b2a2 

Rubrica ideata dal blog Breaking the spine che consiste nel presentarvi il libro che sto aspettando al momento con tanta ansia emozione. ...

Rubrica ideata dal blog Breaking the spine che consiste nel presentarvi il libro che sto aspettando al momento con tanta ansia emozione.


Il libro che vi presenterò oggi è...

Albion - Ombre


Uscita: Mah, chissà...

Cover: Sé, troppe ne vuoi..

Trama: Non sappiamo niente se non che tutto iniza a Santiago, con Deacon a zonzo come mamma l'ha fatto, per questo dobbiamo ringraziare una ragazza, ma non per il solito motivo per cui dovrebbe essere coinvolta una ragazza.
Ma non sappiamo nemmeno chi sia questa ragazza! Sappiamo e non sappiamo, uffa.
Albion - Ombre, esci presto, da bravo. Non farmi sclerare.






Tanta pace e amore, ci sentiamo presto!

Arriva una campagna di scuse dall'Olanda, si chiama Scusa Roma ed è stata promossa da Elisabeth Jane Bertrand per dimostrare che le deva...

Arriva una campagna di scuse dall'Olanda, si chiama Scusa Roma ed è stata promossa da Elisabeth Jane Bertrand per dimostrare che le devastazioni dei tifosi del Feyenoor non rappresentano gli olandesi, sono stati raccolti finora 4000 euro e l'obbiettivo è di arrivare a 100mila. 



E' davvero una bellissima idea, se non fosse che i danni ammontano a molto di più di 100mila euro e molti dei donatori sono italiani. Lo so perché sono andata a controllare. Avevo un sorrisone a 32 denti quando è risuonato un rumore di vetri infranti nella mia testa.


Molte banche e istituzioni private in Italia hanno dato la loro disponibilità per finanziare  i restauri, anche se il responso prima dei lavori è "non tornerà mai come prima".


Okay, sono arrabbiata, si vede, non dovrei trattare male questa persona che della sua iniziativa ha detto "Serve perché io possa tornare a testa alta nella Città Eterna". 100mila potrebbero essere una cifra di partenza, potremmo continuare cercando alcuni dei tutti i responsabili e cominciare a chiedere soldi anche a loro. E poi metterli alla GOGNA!!!

Quindi i miei rispetti Elizabeth Jane Bertrand, scusa per il nervoso, se tutti i tifosi fossero come te e le persone che si sono mobilitate per la tua iniziativa non starei raccogliendo frutta.


Nella settimana appena trascorsa nel blog Lunedì ho pubblicato un post di "aiuto" per quanto riguarda la mia indecision...



BannerFans.com


Nella settimana appena trascorsa nel blog


  • Lunedì ho pubblicato un post di "aiuto" per quanto riguarda la mia indecisione nel fare un giveaway, ho avuto solo due risposte. Se state leggendo questo post, seguite il link e continuate a darmi una mano T_T
  •  Ho recensito Alakim. Luce dalle tenebre, ora posso lasciarmelo alle spalle.
  • Mercoledì vi ho parlato delle mie letture del WWW Wednesday e siete stati carinissimi dandomi delle vostre opinioni sui libri che voi avete già letto e che io sto leggendo o ho in programma di leggere.
  • Ho recensito Legend, uno dei miei nuovi libri preferiti
  • Nella Top Five vi ho elencato dei fattori determinanti nella scelta della libreria preferita mentre i gemelli Weasley ammiccavano.
  • Nell'appuntamento della Blogger League è stato il turno di Who is Charlie, è un periodo di blog che conosco.
Ho fatto questo sondaggio per aiutarmi in quella famosa scelta, quindi se non siete passati dal post, passate da questo link
 
http://www.easypolls.net/poll.html?p=54e8d16ee4b0fec8f472b2a2




Nella settimana appena trascorsa nella blogosfera


  •  Mel ha pubblicato Reader problems book tag, tag che mi ha fatto ridere a crepapelle.
  • Lily ha estratto i vincitori del suo giveaway e ha pubblicato il Book Haul di Febbraio parlando brevemente del suo viaggio a Berlino.
  • Il libro che ho visto  di più nella blogosfera è Raven boys. Ladri di sogni di Maggie Stiefvater e Il contrario della solitudine di Marina Keegan, l'estratto di quest'ultimo mi ha fatto  piangere. Tanto
  • Annie ha recensito Resta sempre qui di Gayle Forman, esito positivissimo, ben quattro riccetti!
  • Macicci ha recensitola l'ultimo libro della trilogia di Hunger Games e ne vorrebbe altri. 
  •  Ho scoperto il blog di Serena e se non ne ho avuto occasione prima, lo dico adesso, io adoro questa ragazza
  • Susi ha presentato in anteprima un libro in uscita per la DeAgostini, Io, Romeo e Giulietta
  •  Chiara ha inserito tre nuovi libri in inglese nella sua wishlist.

Serie Tv


  • Ho visto il finale di Merlin dela prima serie (L'esame è andato bene, ho preso 25)
  • Nessun altro aggiornamento per quanto riguarda le altre serie che seguo (in teoria)


Crush of the week

Colin Morgan 


Mmm... Sono sicuramente quegli zigomi
O magari le fossette. O gli occhi. Aaaaargh


  Who is Charlie? Buongiorno, siamo mattinieri, giusto in tempo per il brunch. In questo momento ne vorrei uno stile Gossip Girl. Ho ...

  Who is Charlie?

Buongiorno, siamo mattinieri, giusto in tempo per il brunch. In questo momento ne vorrei uno stile Gossip Girl. Ho fame, che novità. In effetti pensavo che questo appuntamento settimanale del sabato si accompagnasse divinamente  ad un brunch. Taci Stomaco. Il blog della settimana è un blog che seguivo già da un po', infatti sono contentissima di trovarlo nell'appuntamento di oggi e conoscere qualcosa in più che non immaginavo per niente.



Le iscrizioni sono ancora aperte e potete farlo qui, nel blog di Jo, Whisper, la voce del tempo, se volete unirvi a noi siete i benvenuti.
Bene, vediamo quali le risposte di Charlie.
Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni? 
Nella vita di tutti i giorni sono una ragazza di ventitrè anni, laureata, alla ricerca di un lavoro. Sono una figlia che fa di tutto per far sì che i suoi genitori siano fieri di lei e una ragazza che ama profondamente il suo fidanzato. Sono una giovane a cui piace uscire con le amiche, divertirsi e ridere tanto. 
Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti? Io ho sempre voluto avere uno spazio tutto mio in cui parlare di quello che volevo e di quello che più mi piaceva. Purtroppo non mi sono mai trovata a mio agio con i diari segreti, forse perchè alla fine avevo sempre tanto da dire che non trovavo le parole giuste per farlo. Un giorno poi ho aperto un blog letterario e.. è durato qualche mese. Non mi sentivo pronta, ma poi ho mandato al diavolo tutti i miei dubbi e ho aperto "Who is Charlie?". Avevo paura, temevo di non essere in grado di gestirlo, di non piacere alle persone, ma in fondo dovevo scrivere quello che volevo no? Parlare della mia più grande passione, i libri e dopotutto ognuno di noi ha opinioni diverse no? Il blog non era per gli altri, ma per me. E poi sono arrivate Giav ed Effy e le ringrazierò sempre per quello che fanno per il blog e per me. Nel blog trattiamo di vari generi letterari, cerchiamo di variare il più possibile e questo avviene grazie al fatto che tutte e tre apprezziamo il fantasy, ma allo stesso tempo leggiamo cose diverse e anche altri generi letterari. Mi azzarderei a dire che parliamo un po' di tutto. Cerchiamo di tenerci al passo con le uscite e le recensioni, con i film, ma purtroppo ognuno di noi ha una vita privata che porta via il tempo al resto e ci dispiace molto. 
Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi? Nessuno deve sentirsi in dovere di diventare un nostro lettore fisso, ma a noi farebbe piacere, così può rimanere al passo con i post . La cosa che io più amo dei lettori è che hanno voglia di confrontarsi, consigliarsi e noi siamo qui anche per questo, sia per consigliare che essere consigliate. 
Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?  Relativamente al blog ammetto di avere vari sogni e spero di riuscire a realizzarli tutti un giorno, ma come ho detto prima purtroppo una giornata è composta da sole 24 ore e le cose da fare sono tante. Vorrei intervistare molti autori, stranieri e non, famosi e meno famosi; leggere tantissimi libri per potermi confrontare con i lettori e creare iniziative che vi coinvolgano. 
Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League? Spero che questa League vi abbia fatto conoscere nuovi blog e nuovi blogger e che il fatto di fare un post alla settimana dedicato a qualcun altro non vi crei disagio o vi faccia dire "Uffa, che palle!", anzi, vi sproni a conoscerne sempre di nuovi, a migliorarvi e magari a ideare iniziative comunitarie.

Un'altra settimana, un'altra Top five, nuovi argomenti freschi da gustare, per confrontarsi tra lettori o soltan...

Un'altra settimana, un'altra Top five, nuovi argomenti freschi da gustare, per confrontarsi tra lettori o soltanto ridere un po'. Se vi siete fatti due risate nel leggere così come me le sono fatte io nello scrivere, lasciatemelo scitto in un commento.

 __________________________________________________

Rubrica ideata da Stefania de La ragazza che annusava i libri e consiste nello stilare un elenco 
di 5 elementi appartenenti all'universo, in base alla tematica della settimana.


Le cinque caratteristiche della libreria ideale

Personale gentile e confortevole

Non dico che ad accogliervi deve essere una cara nonnina che vi ha fatto pure i biscotti e la vostra torta preferita (anche se sarebbero molto graditi). C'è una grossa differenza tra chi è lì perché ama il suo stipendio e chi invece ama il suo lavoro. Ci può essere dedizione da entrambe le parti, ma soltanto chi ama quel  lavoro, quella libreria può farti sentire come a casa.

La tana

Non mi riferisco alla casa dei Weasley, anche se... quella è un'altra storia.
Una libreria dovrebbe darti la possibilità di leggere, non solo di comprare! Poterti sedere nelle gigantesche poltrone foderate, ai tavolini in legno o su quel lungo tavolo affianco ad altri lettori per poter sbirciare anche le loro letture, non solo il ragazzo carino che si è seduto a tre posti da te.
Se poi aggiungiamo che alla Feltrinelli puoi pure ordinare da mangiare...tzé, io non uscirei più da lì.





Gemelli Weasley, smettetela di ammiccare.

Mmm... e questo come lo posso definire?

Non mandarti a zonzo inutilmente? Mi riferisco ad una cosa specifica... non ci sono reparti, ci sono filiali-reparti! La libreria centrale è in centro, più avanti c'è l'altra,se vuoi il reparto ragazzi (dove trovo la saga di Percy Jackson per intenderci) devo uscire e andare due palazzi più indietro. Un fastidio...

Gli sconti

Sempre la libreria sopracitata ha fatto una cosa molto carina quest'estate, degli sconti per un periodo di tempo determinato. Una settimana oppure un giorno. Un motivo in più per entrare in libreria.

Attività e Co.

Che sia con un incontro conl'autore o con un incontro di anonimi bookaholic, la biblioteca deve essre viva! 
Non mi interessa quanti giochini e gadget rumorosi ci possono essere in vendita, è la gente che entra e fa prendere vita al luogo, le parole pronunciate fanno riemergere quelle scritte.
Andiamo, diamoci una svegliata!

Titolo: Legend Titolo originale: Legend Autore: Marie Lu Casa editrice: Piemme Freeway Anno di pubblicazione: 2013 Prezzo: 16,50 a p...

Titolo: Legend
Titolo originale: Legend
Autore: Marie Lu
Casa editrice: Piemme Freeway
Anno di pubblicazione: 2013
Prezzo: 16,50 a prezzo pieno, da qualche parte (ibs ) adesso è a 14,02 euro

Trama:
 Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due e, tra la Repubblica e le Colonie, la guerra sembra destinata a non finire mai. June è una quindicenne prodigio, nata e cresciuta in una famiglia appartenente alle più alte sfere della Repubblica. Ha un vero talento nel mettersi nei guai con i suoi superiori e le sue bravate al collegio militare sono spesso decisamente pericolose. Da quando i suoi genitori sono rimasti uccisi in un incidente stradale, l’unico su cui sa di poter sempre contare è il fratello maggiore Metias. Almeno fino al giorno in cui Metias viene assassinato in circostanze misteriose mentre è a guardia di un ospedale. Il primo sospettato è Day, un ragazzo della stessa età di June, ma proveniente dai più miseri bassifondi della Repubblica. Nonché il criminale più ricercato del paese. June ha un unico desiderio, vendicare la morte di suo fratello, ma il giorno in cui la sua strada e quella di Day si incroceranno per la prima volta, niente sarà più come prima…

Recensione: 
Quando ho cominciato a leggere ero un po' perplessa, mano a mano che la lettura procedeva però mi sono sentita sempre più coinvolta e mi è piaciuta sempre più. A invogliarmi è stata un'intervista dell'autrice in cui parlava di come si fosse ispirata ai Miserabili e a come si era immaginata una relazione tra Jean Valjean e Jacquart... infatti all'inizio il personaggio di June era un ragazzo! Poi il fidanzato della Lu le ha suggerito di farla diventare una ragazza perché in questo modo il personaggio avrebbe reso di più. E che personaggio! Sono contenta che June al contrario di Jacquard non abbia deciso di togliersi la vita (finora), ora la possiamo aggiungere a tutte quelle ragazze che non aspettano il principe azzurro nella torre, anzi, non ci pensano proprio, ma vanno a cacciarsi un po' nei guai e nel tragitto ci si imbattono quasi per caso.



L'America in cui vivono June e Day è spaccata in due, da una parte c'è la Repubblica, dall'altra le Colonie, perennemente in guerra con le prime. June e Day vivono nella Repubblica e la società è divisa in caste, si può accedere ad un'istruzione di alto livello o a un lavoro di bassa manovalanza grazie ad un test, dal cui punteggio dipende tutta un vita. June è l'unica nella storia della Repubblica ad aver totalizzato il massimo ed è il prodigio della Repubblica, vive in una comoda casa con il fratello Metias e si addestra per diventare un buon soldato, quando all'improvviso suo fratello viene ucciso. 
Da qui comincia la sua sete di vendetta per cercare di catturare Day, non si ferma nemmeno un attimo a pensare "E se non fosse lui il colpevole?" fino a quando le sue azioni portano al superamento di un limite che non aveva previsto. E' a questo punto che arriva la domanda e June comincia a scavare... e cominciano i guai.

Detto questo non so come andare avanti a recensire la storia da un punto di vista generale senza fare spoiler, Legend è difficile da recensire proprio per questo. L'ho letto perché mi ha affascinato l'idea di fondo dell'autrice e il dilemma di June nell'applicare la legge. Visto il problema, faciliterò le cose parlando dei personaggi che mi hanno colpito di più:

June: ho già detto che la adoro? Sembra una piccola Bones, tutta regole e razionalità che nascondono un cuore gentile. E' un personaggio pieno di sorprese da questo punto di vista dato che dopo la morte di suo fratello comincia a far uscire le sue emozioni, riesce ad essere controllata nelle sue emozioni senza apparire Miss Frigida. E soprattutto, nemmeno per un momento dice di essere innamorata di Day, tanto per cominciare perché lo conosce da poco, senza contare che molte delle sue decisioni sono dettate più dal voler fare la cosa giusta che per altro. Tutti i momenti Day/June ci fanno sperare, non dicono mai troppo.

Day: Oh, ma mia piccola fonte di fangirlo estremo, mi hai fatto commuovere! Mi viene voglia di fare la ola ogni volta che leggo il libro. Il che è successo due volte.
Non è esattamente l'eroe senza macchia e senza paura, ma è... è... perfetto. 
In questo primo libro non è rientrato nella lista dei fidanzati letterari, ma ogni volta che le cose si mettevano male per lui pensavo "Oh, povero", neanche fosse stato un cucciolo. Eppure non è un personaggio "debole", è anche piuttosto tosto.

Ollie: è lui il cucciolo adorabile.

Thomas: Se June molte volte sembra un soldato perfettino, Thomas sembra un robot, più volte ho pensato che avesse bisogno di una revisione dei circuiti.

Tessa: Lo ammetto. All'inizio ho pensato a Tessa Gray, poi ho ripreso l'ottica iniziale e lei è Cosette, una Cosette bambina in questo primo libro, piccola e spaurita, ma verso la fine ho cominciato a vedere qualcosa di più in lei quindi prevedo un'evoluzione del personaggio nei prossimi libri.


 Oggi non ci sono contro, solo pro. Sono assolutamente entusiasta di questo libro.

Salve! Eccoci ad un nuovo appuntamento della rubrica, è passato un altro mese e dovrebbe esserci il picco di influenze, infatti credo di sta...

Salve! Eccoci ad un nuovo appuntamento della rubrica, è passato un altro mese e dovrebbe esserci il picco di influenze, infatti credo di star covando la febbre. Sono sopravvissuta agli esami nonostante l'appello anticipato. Posso ritenermi soddisfatta e darmi il cinque da sola, yee!

Questo e altre ragioni mi hanno fatto leggere un po' di meno, non sono mancati i libri un po' più "impegnativi" che mi hanno impedito di leggermi in un giorno tutto il leggibile contenuto in un tomo e mi hanno permesso di gustarmi la lettura, rallentando un po' il ritmo.

E adesso andiamo alle tre domande di rito, così vi svelerò un po' gli arcani.


Cos'hai letto di recente?

Strano ma vero, Alakim. Luce dalle tenebre di Anna Chillon. Trovate la recensione qui. Ho provato pure a rileggerlo. Niente, non mi piace.


Cosa stai leggendo?

Le campane di Bicetre, di Simenon. Lo sto leggendo con una certa calma, anche perché è questo il ritmo del libro finora... calma...






Cosa leggerai in futuro? 

Se dipendesse da me, mi fionderei sul seguito di Albion, Ombre, ma a quanto pare dovrò aspettare ancora un po' per l'uscita del libro. Come farò??? Con tutte le anteprime che stanno uscendo su facebook l'attesa sta diventando una tortura.
Recuperando la sanità mentale, penso che potrei finalmente smaltire La storia infinita iniziata lo scorso agosto e poi scivolata lentamente  alla base della mia pila da leggere, ci ho poggiato sopra almeno altri dieci libri. Adesso ho visto che potrebbe fare al caso mio per alcuni degli obbiettivi della Lotto reading challenge... inoltre tra gli obbiettivi che mi ero prefissata c'era anche Molto forte, incredibilmente vicino che ancora aspetta.


Non è uno scherzo, mi trovo alle prese con il mio primo giveaway e non so che libro mettere in palio. Altro che essere o non essere, libro o...

Non è uno scherzo, mi trovo alle prese con il mio primo giveaway e non so che libro mettere in palio. Altro che essere o non essere, libro o altro libro?
Qui sotto trovere un sondaggio con dei titoli che ho selezionato (e sono sicura che una volta pubblicato me ne verranno in mente altri) e con cui aiutarmi a scegliere. 
Pleeeeeease, non avete idea dell'indecisione!
Potete suggerirmi altri titoli nei commenti, nel caso vogliate suggerirmi un titolo che non è nella lista ma che mi colpirà sarò felice di aggiungerlo eventualmente al libro in palio per il giveaway.
Perché? Perché è bello fare giveaway! (Anche vincerli però ^-^)

Nota: Ma bene! Per l'ennesima volta dimostro che io e l'informatica procediamo lentamente la nostra conoscenza, se voleste ancora darmi un'opinione lasciando qui un commento ne sarei molto contenta. Grazie in anticipo per il  sostegno.

Il trono di ghiaccio
Albion
Il primo bacio a Parigi
Anna and the French kiss [ENG]
Wintergirls
Shining
To all the boys I've loved [ENG]
Qualcuno con cui correre
Raven boys [ITA]

Un autore il cui cognome inizi per C: Anna Chillon Titolo: Alakim. Luce dalle tenebre Autore: Anna Chillon Casa editrice: Loquendo E...

Un autore il cui cognome inizi per C: Anna Chillon


Titolo: Alakim. Luce dalle tenebre
Autore: Anna Chillon
Casa editrice: Loquendo Editrice
Anno di pubblicazione: 2013
Prezzo: in promozione su Amazon fino all'11 febbraio

Trama:
Alakim è un permanente divorato da una fame crudele. Reietto in cielo e braccato in terra da una schiera di guerrieri immortali, condivide il suo rifugio sotterraneo con due Nephilim, abili combattenti e fedeli compagni nella sorte.
Di giorno è costretto all’oscurità, mentre la notte si aggira per le vie di una Marsiglia trasgressiva, in cerca di un modo per assolvere al patto stretto con Lucifero. È proprio durante questa ricerca che un prete dalle eccezionali capacità sensitive gli suggerisce un antico testo custode di segreti proibiti, portandolo così a imbattersi in Nicole, una giovane libraia animalista.
La ragazza ingaggia una lotta impari per non venire travolta dall’indole tenebrosa di Alakim e dal suo spiccato gusto per la malvagità, ma l’ardore che scocca tra loro rapisce corpo e mente, lasciandola senza via di fuga, sopraffatta dall’impetuosità dell’immortale e dalla scoperta di una realtà troppo grande da accettare: una realtà per la quale occorre avere fede.
Così, in un susseguirsi di eventi inaspettati, mettendo a rischio la propria esistenza, i suoi amici e Nicole stessa, Alakim fa di tutto per dare a Lucifero ciò che gli spetta, lottando, tracciando la sua strada nel sangue e spingendosi oltre i limiti.
Perché avere una possibilità di scelta è l’unica cosa cui non è disposto a rinunciare, anche se quello da pagare è un inimmaginabile prezzo.


Recensione:
Dovevo leggere meglio tutte le recensioni su Goodreads. Dovevo. Perché non mi aspettavo che un libro sugli angeli fosse anche un erotico. Tralasiando che non mi aspettavo che per la scrittura si avvicinasse molto a questo genere, potrei dire che la storia è carina. Si,certo. Se non ci fosse Alakim.
Avete capito benissimo,non sto scherzando, proprio lui, il personaggio principale. Non ci riesco, non riesco a capirlo proprio per niente, mi è insopportabile e basta. Non mi riferisco al fatto che quando leggevo di lui sembrava la versione irlandese di un personaggio uscito fuori dalla graphic novel 300, al fatto che se ne esca ogni tanto nel libro con delle frasi piuttosto ciniche sui testi sacri o su Dio in generale.
No, affatto. Si tratta della malvagità del personaggio, del sadismo di cui si rende capace. Rimane un gran bastardo dall'inizio alla fine, quali che siano le sue perdite. Anzi, quando è travolto dal dolore nella parte finale del libro non riesco ad immedesimarmi in quello che sta passando e sono rimasta quasi indifferente.

Potrei pure trovare una "giustificazione" a tutto ciò, ossia che la sua fonte di potere è la malvagità che assorbe attraverso gli occhi, ma se all'inizio mi è sembrato che provasse rimorso, tutto ciò è sparito quando ha tirato fuori il suo lato perverso. E ci ho messo una croce sopra.

Il personaggio che si salva é Nicole, l'altra  voce narrante. Giustamente quando viene a sapere di certe voci e affronta Alakim, che non nega nè smentisce niente, manda  a quel paese il super palestrato. Ottima scelta. Degli avvenimenti successivi però non voglio parlare perché altrimenti farei troppi spoiler.

Ciò che mi è veramente piaciuto in questo libro è come viene trattato l'ambientalismo. Non si tratta sempre e solo di quei simpatici ragazzi che si intrufolano nei laboratori per liberare le cavie dalle loro gabbie, alle volte queste organizzazioni sfociano nell'estremismo e per la "salvaguardia dell'ambiente e degli animali" arrivano a comportamenti ingiustificabili. Niente rose e (figli dei) fiori.

Pro: Per chi ama entrambi i generi

Contro: Alakim.

Primo appuntamento con questa rubrica che riassume la settimana appena trascorsa su Inkaddicted, dei blog che seguo nella blogosfera, non qu...

Primo appuntamento con questa rubrica che riassume la settimana appena trascorsa su Inkaddicted, dei blog che seguo nella blogosfera, non quelli che seguo di più, piuttosto quelli che ho seguito maggiormente questa settimana e qualsiasi altra cosa io voglia raccontarvi.

Al momento non c'è banner, ma appena dato l'esame lavorerò di più con la grafica.

Nota: avevo programmato la pubblicazione del post e questa mi ha tradito, quindi lo pubblico giusto oggi >_<


Nella settimana appena trascorsa nel blog


  • Lunedì vi ho mostrato nella Top Ten Cinque fattori che influenzano nella scelta di un libro;
  • Nelle News vi ho detto che i diritti cinematografici di Legend sono stati venduti e si sta lavorando al casting
  • In Waiting on Wednesday vi  ho detto che aspetto sempre più Heir of Fire, non so come farò tanto a lungo senza la mia Celaena
  • In Cover Reveal vi ho mostrato l'anteprima delle copertine dei nuovi racconti della Clare
  • Ho superato il migliaio di visualizzazioni totali 
  • Ho inaugurato la rubrica Guy, they're professianals killers parlandovi di John Green, alleluia.
  • Nell'appuntamento settimanale con la Blogger League è stata la volta di Over the hills and far away.


Nella settimana appena trascorsa nella blogosfera


  • Macicci ha festeggiato il suo compleanno e si è concluso il suo giveaway per festeggiare i suoi vent'anni, hanno vinto i primi due estratti, io ero la terza, quando si dice ironia.
  • Lily ha segnalato/marchiato/messo  in wishlist Il mio splendido migliore amico di A. G. Howard
  • Sta un po' impazzando dappertutto Il primo bacio a Parigi di Stephanie Perkins
  • Annie ha descritto in maniera dettagliata una guida di sopravvivenza a questo San Valentino per Fangirl. Se non avessi l'esame così vicino la seguirei alla lettera, invece ci sarà la cenetta a lume di candela con i libri. Neanche fossi l'Irnerio di cui dovrò parlare lunedì. 
  • Laura ha recensito La casa di tutte le guerre, quattro stelline, il libro le è piaciuto con qualche riserva su un paio di personaggi.

Serie Tv


  • Non molte causa esami, mi sono voluta male e ho visto tutta la prima serie di Merlin, tutta tranne il finale di stagione che ho deciso di vedere una volta dato l'esame, giusto per premiarmi.
  • Nessun altro aggiornamento per quanto riguarda le altre serie che seguo (in teoria)


Crush of the week


Bradley James



 Ha recitato in vari piccoli ruoli, ma il suo successo più grande è stato l'aver interpretato Artù nella serie della BBC Merlin. Vorrei vederlo indossare dei costumi di scena adeguati,  la cotta di maglia modello t-shirt extra large che indossava durante le riprese non si poteva vedere proprio. E vorrei vederlo di più, cavolo!



Buongiorno Viandanti cybernetici, un altro sabato, un'altra tappa della Blogger League, e questa volta si tratta di un blog ...


Buongiorno Viandanti cybernetici, un altro sabato, un'altra tappa della Blogger League, e questa volta si tratta di un blog che seguo già da tempo! Non ho letto  il calendario per non svelare la sorpresa e ta-daaa! Oggi tocca a Morgana del blog Over the hilld and far away!


Oltre ad essere una blogger chi sei nella vita di tutti i giorni? 


Nella vita di tutti i giorni.. beh, innanzitutto mi chiamo Jenny e il mio nickname indica più che altro la somiglianza fisica e caratteriale con la Morgana de Le Nebbie di Avalon.. ma è una storia lunga, lasciamo perdere perché vi annoiereste a sentirla. Ho una libreria (ok, è una cartolibreria, ma l'angolo dedicato ai libri è bello ampio *_*) che gestisco, con mio padre, da giugno dello scorso anno; sono perito chimico e ho studiato chimica all'università. Direi che, per dirla poeticamente, in me albergano due anime.. la bibliotecaria e la scienziata. Ad ogni modo, nonostante sia poco propensa nel dimostrare i miei sentimenti, sono una ragazza come molte altre che ama leggere, guardare film e serie tv, e scrivere.. giusto per rilassarmi mi diverto anche a cucinare o a creare con fimo, perline, cotone e.. chi più ne ha più ne metta. Non saprei che altro dirvi, sono più ferrata nelle domande dirette.

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale? Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti? 


Il tutto è nato dal volermi mettere alla prova, vincere in qualche modo la mia timidezza, fondendo due mie passioni: l'amore per i libri e la scrittura. Ne è nato così un blog in cui scrivere la mia opinione e confrontarmi con altri lettori come me. Il tema portante del mio angolino virtuale è la letteratura e tutto ciò che deriva da essa come serie tv, film, teatro, rubriche, anteprime, recensioni e giveaway; ma non è il solo argomento che vi si può trovare. Infatti, il mese scorso ha dato il via anche a post dedicati alle recensioni di tutti quei film - e serie tv - che esulano dal panorama letterario ma che affrontano, talvolta, anche temi attuali.
Perché le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi? 

Questa è una bella domanda sapete? Non ho esattamente un'altissima autostima e per questo tendo a vedere quello che faccio, e in questo caso ciò che scrivo, come qualcosa che non ha nulla di speciale. Forse perché mi sento semplicemente un'appassionata di libri, che ama scrivere e condividere, come molti, e riconosco per prima che questo angolo non è di quelli da lasciare a bocca aperta.. eppure penso che, nel bene o nel male, i miei post possano dare qualcosina alle persone che passano da qui e con cui condivido un interesse in comune senza mettere filtri - se non in caso di spoiler - a ciò che penso. Quindi, come dice Ten qui sopra, se volete seguirmi sarò ben lieta di avere compagnia.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto? 


Come molte persone prima di me ho visto infrangersi qualche sogno lungo la strada e tra questi quello di entrare nei R.I.S. dei Carabinieri. Nonostante tutto, ne ho ancora molti. Probabilmente è tardi per vedermi recapitare la lettera d'ammissione ad Hogwarts, farmi smistare a Corvonero, o scegliere la fazione degli Intrepidi (se c'è entrato Quattro con la sua paura dell'altezza, ce la potrei fare anch'io).. chissà magari sono ancora in tempo per ricevere la visita di Gandalf che, augurandomi il "Buongiorno", mi propone un'avventura. Sarebbe bello no? Scherzi a parte, mi piacerebbe moltissimo visitare l'Irlanda, le Highlands - facendo una piccola capatina in qualche isoletta delle Ebridi Esterne - e scrivere un romanzo (in questo non sono puoi così diversa dagli altri amanti di libri ^.*).

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?


Certo che sì! Anzi farò di più: una bella danza portafortuna in stile The Proposal XD Torno seria.. insomma, alla mia veneranda età ancora mi perdo così (e continuerò si!). Il mio augurio per i membri della Blogger League è quello di realizzare i loro sogni nel cassetto e di non lasciarsi abbattere dai momenti di difficoltà perché un buon libro, una chiacchierata con persone che condividono i tuoi interessi o semplicemente lo scrivere due righe - su un blog, un diario o un semplice tovagliolino di carta -, riesce ad alleggerirti del peso che grava sulle tue spalle.

Un grosso abbraccio e grazie per l'opportunità!
 
 *
 
Ed era tutto per questo sabato.

L'idea mi è venuta recensendo Il canto dalla rivolta , quando ho inserito questa gif. Quindi mi sono chiesta: quali sono gli autor...

L'idea mi è venuta recensendo Il canto dalla rivolta, quando ho inserito questa gif.


Quindi mi sono chiesta: quali sono gli autori che meritano di avere sulla carta d'identità la professione di professional killers?





Dopo tanto rimuginare finalmente mi sono decisa ed ecco qui la mia nuova rubrica.

La lista è lunga, quindi la rubrica sarà dedicata ad ogni appuntamento ad un autore in particolare e al perché lo considero un professionista nello spezzarmi il cuore. Ovviamente non penso che un solo libro faccia testo, ma se si tratta di un unico caso eclatante allora si, penso che lo citerò.

Il primo appuntamente è dedicato a colui che di recente mi ha spezzato il cuore e che di recente ho citato. Si, lui. John Green.
Mi chiedo perché i suoi romanzi parlino di tanta sofferenza. Sono cose che potrebbero accadere a tutti noi, sono cose così reali e così incredibili da risultare difficili da immaginare, ma facili da credere perché vere. 
Ci ho riflettuto un po' anche perché ho passato di recente un brutto periodo e i suoi libri mi hanno tenuto compagnia più di ogni altra cosa.


Sarà anche un modo per non indorare la pillola e spezzarci il cuore lo stesso, anche se penso che in questi termini la sua scrittura sia riduttiva.
Insomma, John Green riesce a parlare di tutte le emozioni umane, di tutto il dolore che non riusciamo a dire e che spesso ignoriamo o di cui non parliamo, perché "il dolore esige di essere sentito" ed è allora, quando ci porta a questa consapevolezza che mi spezza il cuore, che ci spezza il cuore.
Apprendere il dolore fa parte della nostra crescita, del nostro cammino e John Green, se in un primo momento si merita appieno questo titolo, subito dopo mi fa sentire in colpa di averglielo dato, perché non ha fatto altro che accompagniarci in quelle pagine, senza farci sentire soli nel dolore. Tanto di cappello.

Alla prossima 

Ink 

Signore e signori, finalmente è successo. Sono state rivelate le copertine di Tales from the Shadowhunter Academy, in particolare dei p...

Signore e signori, finalmente è successo.


Sono state rivelate le copertine di Tales from the Shadowhunter Academy, in particolare dei primi due racconti.  La prima s'intitola "Welcome to the Shadowhunter Academy" e uscirà il 17 febbraio.

After living as a mundane and a vampire, Simon never thought he would become a Shadowhunter, but today he begins his training at Shadowhunter Academy. Simon Lewis has been many things. A mundane. A vampire. A hero. But Simon can’t remember any of that. His memories of adventures with Clary, Isabelle, and the rest of the New York Shadowhunters were erased by a demon, and now Simon is eager to reclaim that part of himself. But will he ever get back the parts of himself that he lost? Does he even want to?

 Dopo aver vissuto come mondano e vampiro Simon non ha mai pensato che sarebbe diventato uno Shadowhunter, ma oggi inizia il suo addestramento all'accademia degli Shadowhunters. Simon Lewis è stato molte cose. Un mondano. Un vampiro. Un eroe. Ma non riesce a ricordare nessuna di queste. I ricordi delle sue avventure con Clary, Isabelle e il resto degli Shadowhunters di New York gli sono stati cancellati da un demone, e ora Simon è desideroso nel reclamare quella parte di se. Ma riuscirà mai a ritrovare quelle parti di se stesso che ha perso? Lo vuole veramente?






La seconda uscirà invece il 17 Marzo.


Simon learns about the worst thing a Shadowhunter can do: desert their comrades. In the early 19th century, Tobias Herondale abdandoned his fellow Shadowhunters in the heat of battle and left them to die. His life was forfeit, but Tobias never returned, and the Clave claimed his wife’s life in exchange for Tobias’s. Simon and his fellow students are shocked to learn of this brutality, especially when it is revealed the woman was pregnant. But what if the child survived…could there be a lost Herondale line out in the world today?

Simon impara la cosa peggiore che uno Shadowhunter possa fare: disertare i propri compagni. Agli inizi del XX Secolo, Tobias Herondale abbandonò i suoi compagni Shadowhunters nel cuore della battaglia, lasciandoli a morire. La sua vita è decisa ma Tobias non ha mai fatto ritorno e il Conclave ha reclamato la vita di sua moglie in cambio di quella di Tobias. Simon e i suoi compagni studenti sono shockati nello scoprire questa brutalità, soprattutto quando gli viene rivelato che la donna era incinta. Ma se il bambino fosse sopravvissuto... potrebbe esserci un' altra linea degli Herondale in giro per il mondo?






Mmm.... le immagini che ho preso dall'Entertainment non sono delle migliori, ma già mi fanno pensare a una copertina "puzzle", come quella delle Cronache di Magnus Bane. 

Emozionati? Pronti al dolore? Si sa, la Clare ha una certa vena sadica. 



Ed era tutto, adesso non mi resta che fare tanti pensieri felici e non pensare al peggio.

A presto

Ink

Waiting on Wedneday è una rubrica creata da Breaking the Spine e consiste nel pubblicare almeno un titolo prossimamente in uscita che asp...


Waiting on Wedneday è una rubrica creata da Breaking the Spine e consiste nel pubblicare almeno un titolo prossimamente in uscita che aspettiamo così ardentemente da voler andare a bussare alla porta dell'editore.



BannerFans.com


Heir of fire
ossia
L'erede del fuoco

di Sarah J. Maas.




Pages: 565
Publisher: Bloomsbury Publishing USA
Release Date: September 2nd 2014
Series: Throne of Glass #3
Genres: Fantasy, Young Adult


Celaena has survived deadly contests and shattering heartbreak—but at an unspeakable cost. Now, she must travel to a new land to confront her darkest truth . . . a truth about her heritage that could change her life—and her future—forever. Meanwhile, brutal and monstrous forces are gathering on the horizon, intent on enslaving her world. Will Celaena find the strength to not only fight her inner demons, but to take on the evil that is about to be unleashed?The bestselling series that has captured readers all over the world reaches new heights in this sequel to the New York Times best-selling Crown of Midnight. Packed with heart-pounding action, fierce new characters, and swoon-worthy romance, this third book will enthrall readers from start to finish.

Traduzione:

Cealena è sopravvissuta ad un torneo mortale e ad un dolore straziante - ma ad un costo indicibile. Adesso deve viaggiare fino ad una nuova terra e affrontare il suo segreto più oscuro... un segreto sulla sua eredità che potrebbe cambiare la sua vita - e il suo futuro - per sempre. Nel frattempo forze brutali e monstruose si delineano all'orizzonte, il loro intento è ridurre in schiavitù il suo mondo.
Cealena troverà la forza di combattere non solo i suoi demoni interiori, ma anche di combattere contro il male che sta per scatenarsi?  La serie best sellerche ha catturto lettori in tutto il mondo raggiunge nuove vette in questo sequel del New York best seller "La corona di Mezzanotte". Pieno di azione adrenalitica, nuovi personaggi feroci, storie d'amore da capogiro, questo terzo libro ammalierà il lettore dall'inizio fino alla fine.


Traduzione fatta da me, mi scuso per eventuali errori di traduzione.

Per la fonte della notizia cliccate qui L'annuncio è ufficiale: i diritti cinematografici di Legend sono stati acquistati!  Non s...

Per la fonte della notizia cliccate qui

L'annuncio è ufficiale: i diritti cinematografici di Legend sono stati acquistati!


 Non sono molte le indiscrezioni, in particolare dalle domande fatte all'autrice della saga che ha detto di non voler avere molto a che fare con il casting in quanto lei ha un'immagine ben precisa dei personaggi in mente e di non volere che questa interferisca.
Ma... rullo di tamburi... grazie, adesso basta, a quanto pare lei vedrebbe molto bene nel ruolo di Metias  il bellissimo Ben Barnes! Ora, se sia un suggerimento per il casting o meno, Marie Lu ha tutto il mio appoggio e sostegno, Barnes è un gran bel pezzo di ragazzo oltre che un attore davvero molto bravo.
Per il resto sappiamo poco e niente.




I rumors più fastidiosi parlano di alcuni cambiamenti nella trama dovuti ad adattamenti e la discussione è sempre la solita: perché cambiare qualcosa dalla trama originale quando sappiamo tutti che la scelta più saggia è quasi sempre quella di non cambiare nulla del libro? A meno che non sia l'autore a curare la sceneggiatura, in questo modo si andrebbero a limitare eventuali danni.

Voi cosa ne pensate? E soprattutto quali attori avete in mente per i vari ruoli? E la domanda più importante è... dove lo trovano un ragazzo biondo di etnia mongola? Attore per giunta. Tenete d'occhio i laboratori, non si sa mai che ne esca qualcosa!

Alla prossima

*colonna sonora di Guerre Stellari in sottofondo*

Ink

Grazie per essere passati di qui...

Powered by Blogger.

Cerca nel blog

Social